Semplicemente GRAZIE!

pietrolarosa1

Locri (RC). A pochi giorni dalla scomparsa del dott. Pietro La Rosa, gli operatori delle attività culturali presenti negli spazi della Fondazione Zappia hanno avvertito la necessità di riunirsi per esprimere, con questo articolo, riconoscenza per il suo operato. In un territorio spesso indifferente per quanti si occupino di cultura ha saputo avere uno sguardo lungimirante; non è un caso che si concentrino a poca distanza l’uno dall’altro nel cuore di Locri tre attività culturali:

l’Istituto Musicale Senocrito, il Laboratorio Teatrale Quo Vadis, la Scuola di lingue Edward Lear, tutte ospiti negli spazi della Fondazione Zappia. Un uomo d’altri tempi, Pietro La Rosa, aveva scelto la sobrietà come stile di vita, non è stato un uomo dalle promesse facili, nella breve frase “Sottoporrò all’attenzione del Consiglio” si potrebbe quasi riassumere la totalità delle sue risposte alle nostre richieste.

Ma pensiamo che emerga un disegno da queste sue proposte, da questo lavoro svolto sempre dietro le quinte: una visione alta di ciò che la società dovrebbe essere, il desiderio di dare spazio alla cultura e al bello accogliendo richieste partite dal basso ed anche se non amava pubblici ringraziamenti noi tutti oggi sentiamo la necessità di esprimere la nostra riconoscenza: “Grazie per averci dato fiducia, per aver sostenuto i nostri progetti; l’unico biglietto da visita in nostro possesso erano le nostre idee, la nostra esperienza e il nostro entusiasmo. Grazie per averci ascoltato”.

 

                                                                             Saverio Varacalli Istituto Musicale Senocrito

                                                                              Gruppo Teatro Quo Vadis in Palazzo Zappia

                                                                          Roberto Gerace Scuola di Lingue Edward Lear